audizione di Federalberghi sul decreto legge sicurezza bis

Il 4 luglio 2019, le Commissioni I e II della Camera dei Deputati hanno svolto oggi l’audizione di Federalberghi sulla proposta di legge C1913, recante disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza (cosiddetto decreto-legge “sicurezza bis”).

L’audizione ha riguardato la comunicazione delle generalità delle persone alloggiate, che i titolari delle strutture ricettive devono trasmettere alle Questure entro le ventiquattr'ore successive all'arrivo dei clienti, ai sensi dell’articolo 109 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

In particolare, l’attenzione si è concentrata sull’articolo 5 del decreto-legge, che riduce sensibilmente i termini per tale comunicazione, stabilendo che - nei casi in cui il soggiorno ha una durata inferiore alle ventiquattro ore - essa debba avvenire “con immediatezza”.

Il direttore generale di Federalberghi, Alessandro Nucara, “nel confermare la piena e consueta disponibilità degli albergatori a collaborare con le forze dell’ordine per contribuire alla tutela della sicurezza pubblica”, ha segnalato “la necessità di emendare il decreto-legge, al fine di evitare di arrecare disagi ai turisti e di non imporre alle imprese adempimenti talvolta impossibili da realizzare”.

“Sino ad oggi gli alberghi hanno consegnato la chiave della camera agli ospiti subito dopo aver richiesto il documento di identità. La registrazione dei dati e la trasmissione dei dati alla Questura avvenivano in un momento successivo. Con il passaggio alla comunicazione immediata, i clienti dovranno invece attendere che si concluda la procedura. Nelle ore di punta, si potrebbero creare lunghe code. E l’albergatore si troverà combattuto tra il desiderio di risparmiare l’attesa al cliente che arriva in albergo, magari dopo un lungo viaggio, e il rischio di incorrere in una sanzione penale, che può comportare sino a tre mesi di arresto”.

Federalberghi quindi propone di emendare l’articolo 5 del decreto-legge “definendo un termine congruo e ragionevole, chiaro ed univoco, entro il quale effettuare la comunicazione e consentendo che tale comunicazione venga effettuata mediante collegamento diretto tra i sistemi gestionali aziendali e il portale del Ministero dell’Interno”.

Nucara ha concluso il proprio intervento chiedendo “di differire di qualche mese l’entrata in vigore della normativa, per dare al Ministero dell’Interno il tempo necessario per aggiornare le procedure di acquisizione telematica dei dati e consentire il collegamento diretto ed automatico tra il cervellone del Viminale e gli alberghi”.



credito d'imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive e termali

Cala il sipario sul tax credit per la riqualificazione delle strutture ricettive e termali.

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo ha pubblicato la graduatoria relativa al bando 2019 per la concessione del credito d’imposta per gli investimenti di riqualificazione delle strutture ricettive e termali. A fronte di 2.538 istanze presentate, sono state ammesse a fruire dell’incentivo 1975 imprese, per complessivi 116,7 milioni di euro, con un importo mediamente pari a 58.734 euro per impresa.

Bocca: a rischio gli investimenti del 2019, è urgente rifinanziare la misura e abolire il click day.

 

decreto sicurezza bis - audizione di Federalberghi

Federalberghi, nel confermare la piena e consueta disponibilità degli albergatori a collaborare con le forze dell’ordine per contribuire alla tutela della sicurezza pubblica”, ha segnalato la necessità di emendare il decreto-legge "sicurezza bis", al fine di evitare di arrecare disagi ai turisti e di non imporre alle imprese adempimenti talvolta impossibili da realizzare.

estate 2019

Estate italiana, 34,6 milioni in viaggio (+0,3%).

Giro d'affari di 21,8 miliardi, in calo rispetto al 2018 (-9,5%).

Luglio mese in crescita, scarsa la performance di giugno.

previdenza complementare - invio modulistica tramite PEC

Il Fondo di previdenza complementare Fon.Te. informa che è possibile inviare tramite PEC la modulistica relativa alle prestazioni, ad eccezione del “Modulo di adesione” e del “Modulo di adesione per i fiscalmente a carico”. Le richieste potranno essere inviate all'indirizzo di posta elettronica certificata: protocollofonte@legalmail.it, indicando nell’oggetto la tipologia di richiesta ed allegando alla documentazione copia del documento di identità e del codice fiscale.

contributo di sistema per l'anno 2020

Sono disponibili le istruzioni operative per la riscossione del contributo di sistema attraverso la convenzione Federalberghi / INAIL.

licenza fiscale per la vendita di bevande alcoliche

Il decreto crescita ha reintrodotto l’obbligo di denuncia fiscale per la vendita e somministrazione di alcolici a carico degli esercizi pubblici, di quelli di intrattenimento pubblico, degli esercizi ricettivi e dei rifugi alpini (ex licenza UTIF), obbligo che era stato soppresso nel 2017 in un'ottica di semplificazione. Rimane comunque soppresso l'obbligo di versare il diritto annuale di licenza. La denuncia, da indirizzare all'Ufficio dell’Agenzia delle Dogane competente per territorio, ha validità permanente. Pertanto, riteniamo che le aziende che avevano effettuato la denuncia prima della soppressione dell’obbligo non debbano presentare una nuova denuncia, salvo il caso in cui siano intervenute variazioni nei dati a suo tempo comunicati.

​​​​
Giunta Esecutiva (Roma) - 18/09/2019

Riunione della Giunta Esecutiva di Federalberghi

Consiglio Direttivo CNGA (Rimini) - 09/10/2019

Riunione del Consiglio Direttivo CNGA di Federalberghi