Dall'analisi delle inserzioni presenti sul portale Airbnb emergono quattro grandi bugie che smascherano definitivamente la favoletta della condivisione:

 

- non è vero che si condivide l'esperienza con il titolare: la maggior parte degli annunci pubblicati si riferisce all'affitto di interi appartamenti, in cui non abita nessuno;

 

- non è vero che si tratta di attività occasionali: la maggior parte degli annunci si riferisce ad appartamenti disponibili per oltre sei mesi all'anno;

 

- non è vero che si tratta di forme integrative del reddito: sono attività economiche a tutti gli effetti, che molto spesso fanno capo ad inserzionisti che gestiscono più alloggi;

 

- non è vero che le nuove formule compensano la mancanza di offerta: gli alloggi sono concentrati soprattutto nelle grandi città e nelle principali località turistiche, dove è maggiore la presenza di esercizi ufficiali.

 

Ne consegue che il consumatore è ingannato due volte: viene tradita la promessa di vivere un'esperienza autentica e vengono eluse le norme poste a tutela del cliente, dei lavoratori, della collettività, del mercato.

 

Vengono danneggiate tanto le imprese turistiche tradizionali quanto coloro che gestiscono in modo corretto le nuove forme di accoglienza.

 

Federalberghi ha censito le strutture parallele, che mettono in vendita camere sui principali portali, e mette questo elenco a disposizione delle autorità competenti, che desiderano far luce sul fenomeno.

 

Il monitoraggio è stato realizzato da Federalberghi con l'ausilio della società Incipit Consulting.

 

turismo e shadow economy

 


al via il tax credit per gli stabilimenti termali

La Conferenza Unificata estende agli stabilimenti termali il credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture. Boaretto: una misura importante, che va nella direzione giusta. Chiediamo più risorse, il superamento del clickday e una nuova legge per il termalismo.

White paper for hospitality in Europe

Innovazione per un turismo sostenibile.

 

Hotrec presenta le proposte delle imprese turistiche europee per la legislatura 2019 – 2024.

Il TAR Lazio ha respinto il ricorso di Airbnb

Non ci sono più alibi per chi, da quasi due anni, si prende gioco delle istituzioni: Airbnb deve riscuotere la cedolare secca sulle locazioni brevi e comunicare all’Agenzia delle Entrate i nomi dei locatori e i relativi redditi.

TFR febbraio 2019

Il tasso di rivalutazione del trattamento di fine rapporto accantonato e rivalutato al 31 dicembre 2018, da applicarsi in relazione ai rapporti di lavoro che hanno avuto termine nel periodo 15 febbraio 2019 - 14 marzo 2019, è pari allo 0,396915%.

Istat – Rilevazione movimento dei clienti negli esercizi ricettivi anno 2019

L’Istituto nazionale di statistica effettua anche nel corso del 2019 la rilevazione sul Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi. L’indagine coinvolge tutte le strutture ricettive, alberghiere ed extra-alberghiere, e mira a raccogliere informazioni, per ciascun mese dell’anno e per ciascun comune, sugli arrivi e sulle presenze dei clienti italiani e stranieri.

determinazione contributo ordinario 2019

Federalberghi ha chiesto alle associazioni territoriali di comunicare entro il 30 aprile 2019 le informazioni necessarie per il calcolo del contributo ordinario annuale dovuto alla federazione.

​​​​
BTO 2019 (Firenze) - 20/03/2019

La prossima edizione di BTO si svolgerà a Firenze il 20 e 21 marzo 2019.

 

La mission è chiara: condividere le idee.

 

È possibile formulare suggerimenti per l’impostazione dell’agenda, scrivendo a: proposte@buytourismonline.com

 

Consiglio Direttivo Federalberghi Extra - 20/03/2019

Riunione del Consiglio direttivo di Federalberghi Extra

Consiglio Direttivo (Firenze) - 21/03/2019

Riunione del Consiglio Direttivo di Federalberghi