La data di nascita del moderno sindacato degli albergatori italiani è il 29 gennaio 1950: con l’Assemblea di Roma, nasceva la FAIAT, la Federazione delle Associazioni Italiane Alberghi e Turismo, oggi Federalberghi.

 

Ma l’associazionismo tra imprenditori alberghieri vanta una storia più lunga: alla fine del XIX secolo la grande famiglia degli albergatori italiani volle dare forma e spessore ai legami di interesse, di reciproca stima e di cordialità che univano fra loro gli imprenditori alberghieri.

 

In conseguenza di ciò, il 4 giugno 1899, per iniziativa di Federico Fioroni, fu fondata la Società Italiana Albergatori.

 

La Società Italiana Albergatori si prefiggeva gli scopi di promuovere e favorire il movimento del forestieri in Italia, di prestare assistenza materiale e morale ai dipendenti di albergo e di istituire casse di soccorso per i soci bisognosi e per i loro familiari.

 

Nel primo anno di vita dell’associazione furono create la Cassa Italiana di mutuo soccorso fra impiegati di albergo e la Cassa di soccorso Umberto l fra imprenditori.

 

Nel 1901 fu creato l’ufficio di collocamento gratuito per il personale d’albergo.

 

Vale la pena sottolineare l’importanza di simili iniziative realizzate più di cento anni fa: previdenza per i singoli e per le rispettive famiglie; previdenza e assistenza per i dipendenti; istruzione professionale; collocamento.

 

Ancora oggi tali iniziative rappresentano importanti elementi del contratto sociale, a maggior ragione in quel lontano inizio di secolo rappresentavano e rappresentarono delle vere e proprie conquiste sociali: una specie di rivoluzione nel mondo del lavoro.

 

In questo solco si muove ancora oggi la Federazione degli albergatori italiani, che è stata e vuole essere sempre di più un punto di riferimento per l’imprenditoria turistica e per l’economia del Paese.


epifania 2019

La befana fa viaggiare gli italiani: in movimento 2,73 milioni (+2,7%). Il belpaese ancora in pole position per il 94,7% dei visitatori. Trend prenotazioni: il 79,6% sceglie il contatto diretto con la struttura. Bocca: “l’epifania mantiene il suo appeal. ora si punti all’attrattivita’ per il 2019

Manovra - Bocca (Federalberghi), bene su Imu, preoccupa Iva

ZCZC2695/SXA
XIC40594_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Manovra: Bocca (Federalberghi), bene su Imu, preoccupa Iva

 

(ANSA) - ROMA, 23 DIC - ''Apprezziamo la decisione di elevare la deducibilità dell'IMU, dal 20% al 40%. La tassazione sugli immobili strumentali ha raggiunto un peso insostenibile. Per le imprese alberghiere, al danno si aggiunge la beffa, perché tassare gli immobili significa tassare gli investimenti, e per di più tassarli anche quando non producono reddito o sono addirittura chiusi. Invitiamo quindi il Governo a proseguire in questa direzione, anche in considerazione del fatto che, in altri settori produttivi, i cosiddetti imbullonati e i fabbricati rurali godono di un regime molto più favorevole''.


Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, trova luci e ombre nella decisione del Parlamento.

''Siamo molto preoccupati per l'IVA. Il mercato - aggiunge Bocca - non è in grado di assorbire aumenti dei prezzi. Il risultato sarà una ulteriore riduzione dei margini delle imprese, che negli ultimi anni si sono assottigliati notevolmente, stretti nella morsa tra costi crescenti e prezzi bloccati. Inoltre, aumentare l'aliquota sulle prestazioni alberghiere dal 10% al 13% significa realizzare un differenziale competitivo notevole con Francia e Spagna. Non va dimenticato che, con la "riapertura" di alcuni mercati del Mediterraneo (ad esempio, Turchia ed Egitto), la concorrenza si sta facendo molto più aspra''.


   ''Ci spiace notare - conclude - l'assenza di misure di contrasto all'abusivismo e alla concorrenza sleale. Diamo atto al Ministro di averci aiutato a parare un rigore importante, quando poche settimane fa la solita manina astuta ha tentato di smontare la legge sulla cedolare secca per gli affitti brevi. Ma non possiamo nascondere la nostra delusione per il gol mancato, in materia di istituzione del registro nazionale degli affitti brevi''.(ANSA).

     STF
23-DIC-18 16:06 NNN

Natale e Capodanno 2018

Natale e Capodanno 2018: 16,7 milioni di italiani in viaggio (+8,9%).


L’80,5% resta in Italia.


Giro d’affari 11,6 miliardi di euro (+17,6%).

fatturazione elettronica - interpello Agenzia Entrate

L’obbligo di emissione della fattura elettronica trova applicazione anche nel caso in cui la fattura sia preceduta dall’emissione dello scontrino. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la risposta all'interpello n. 7 del 16 gennaio 2019.

polizza alberghi

Zurich Insurance plc ha realizzato nuovi interessanti miglioramenti della polizza Alberghi, la formula assicurativa disegnata in collaborazione con Federalberghi, che tutela ogni area di responsabilità o di rischio nell'attività alberghiera. Per approfondire i contenuti della polizza, è possibile consultare il set informativo disponibile sul sito www.zurich.it/business/attivita-commerciali/albergatori.

Protezione dati - La Guida dell'ospitalità

A decorrere dallo scorso 25 maggio 2018, il Regolamento (UE) 2016/679 “General Data Protection Regulation” (GDPR) in materia di protezione dei dati personali è obbligatorio in tutti i suoi elementi nonché direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri. Per agevolare il corretto adempimento degli obblighi previsti dal regolamento europeo per le aziende ricettive, Federalberghi ha realizzato la quarta edizione della Guida “La privacy nell’ospitalità”, edita da ISTA nell’ambito della collana “Le guide degli alberghi”.

​​​​
Expo Riva 2019 (Riva del Garda) - 03/02/2019

Expo Riva Hotel è una fiera dedicata ad albergatori e ristoratori professionisti. Gli espositori si incontreranno a Riva del Garda dal 3 al 6 febbraio 2019.

Collegio dei Revisori dei Conti - 05/02/2019

Riunione del Collegio dei Revisori dei Conti di Federalberghi

Meeting invernale CNGA (Terminillo) - 06/02/2019

Meeting invernale CNGA Terminillo