recovery plan - nessuna attenzione per il settore turismo

“L’unica cosa che condividiamo del documento esaminato ieri in Consiglio dei ministri è la parola bozza”. È lapidario il commento del presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla lettura dell’ultima release del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Bocca sottolinea che “al Turismo, settore più colpito della pandemia, che vale più del 13% del PIL e a parole viene definito strategico per lo sviluppo del Paese, viene dedicata scarsa attenzione, con una dotazione finanziaria esigua (3,1 miliardi di euro per cultura e turismo, pari all’1,6% dei 196 miliardi previsti dal piano), per di più orientata quasi unicamente ai grandi attrattori turistico culturali.”

Il presidente degli albergatori italiani chiede che “il Piano venga integrato con urgenza, prevedendo una linea di intervento volta a sostenere la riqualificazione dell’intero sistema d’offerta turistica. Se il Governo non ha idee, chiami le imprese al tavolo e le proposte non mancheranno”.

“Invitiamo il Governo a non essere timido, conclude Bocca: scriva esplicitamente nel piano che le risorse destinate all’efficientamento dell’edilizia privata sono destinate anche alla riqualificazione degli immobili produttivi.”





 

Pubblicato il 08/12/2020





Federalberghi presenta una petizione al Governo per salvare le imprese e i lavoratori del turismo

L’assemblea generale di Federalberghi, riunita oggi in seduta straordinaria, ha approvato una petizione rivolta al presidente Conte ed ai ministri Franceschini, Gualtieri, e Patuanelli, “per sollecitare il Governo italiano a intervenire con urgenza a tutela delle imprese e dei lavoratori del turismo prima che sia troppo tardi”.

recovery plan - ancora non ci siamo

“Recovery plan, ancora non ci siamo.” Questo il commento del presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla lettura dell’aggiornamento delle schede progetto del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

il decreto Natale è strabico

"Undici miliardi di euro è una cifra altisonante, ma purtroppo la realtà con cui ci misuriamo è fatta di ristori di importo irrisorio, di poche migliaia di euro per impresa. Ci sono imprese che sono chiuse da dieci mesi ed hanno ricevuto un contributo a fondo perduto pari ad una piccola parte del fatturato di aprile.”

Con queste parole il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, commenta i dati diffusi oggi dal MIBACT, che magnificano le iniziative adottate a sostegno del settore turismo.

apparecchi per la ricerca delle persone 2021

Entro il prossimo 31 gennaio dovrà essere versato il contributo annuale dovuto dai detentori di apparecchi cercapersone, non di libero uso.

addendum all'accordo tra Federalberghi e Intesa San Paolo

Federalberghi e Intesa San Paolo hanno definito un'integrazione agli accordi vigenti, ponendo a disposizione delle imprese associate le seguenti ulteriori misure, a condizioni agevolate: - finanziamenti della durata di 18 mesi meno un giorno, di cui 6 di preammortamento, finalizzato anche ad anticipare i crediti d'imposta sugli affitti; - finanziamento a medio lungo termine sino a 6 anni e con preammortamento sino a 24 mesi, per esigenze di liquidità a fronte della riduzione di fatturato. Le soluzioni di finanziamento potranno essere abbinate alle misure del decreto liquidità per l’accesso al Fondo Centrale di Garanzia e alla Garanzia Italia di Sace.

audizione di Federalberghi sul piano nazionale di ripresa e resilienza

Il 27 gennaio, presso la Commissione X della Camera dei deputati, si è svolta l’audizione di Federalberghi sulla proposta di piano nazionale di ripresa e resilienza. Il documento depositato da Federalberghi al termine dell’audizione è disponibile sul sito internet www.federalberghi.it

​​​​