Fipe e Federalberghi bocciano l'aumento dell'iva

"L’aumento dell’IVA sulle imprese alberghiere e della ristorazione costituirebbe una iattura, con conseguenze gravi su un settore che conta più di un milione di occupati e che ha un impatto economico complessivo di oltre 120 miliardi di euro. Proseguendo su questa strada si finirebbe per fare un danno all'economia dell'intero Paese."

Con queste parole, Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, e Lino Stoppani, presidente di Fipe, bocciano senza appello le ipotesi di aumento delle aliquote IVA che continuano a circolare.

“Le imprese del settore turismo attraversano una fase di difficoltà, determinata da un insieme di concause, tra cui spiccano il calo della domanda tedesca (nostro principale mercato estero), la stagnazione della domanda italiana (che costituisce il nostro principale mercato), il fallimento del secondo tour operator europeo (che ha lasciato due miliardi di euro di debiti), il dilagare degli abusivi e della concorrenza sleale e la riapertura di alcuni mercati della sponda sud del Mediterraneo (in primis Egitto, Turchia e Tunisia)”, affermano i due presidenti. 

 “Un aumento delle imposte, oltre a costituire un clamoroso tradimento delle promesse solenni pronunciate pochi giorni orsono dal Governo nato per scongiurare l’aumento delle aliquote IVA, si tradurrebbe in un grave colpo alla competitività del sistema di offerta turistica italiana, a tutto vantaggio dei paesi concorrenti”. 

 “Ci auguriamo quindi che le indiscrezioni circolate in queste ore vengano definitivamente ed ufficialmente smentite e che la manovra di bilancio, oltre a sterilizzare le clausole IVA, contenga misure concrete per accompagnare lo sviluppo di un settore cruciale dell’economia”.

 





 

Pubblicato il 30/09/2019





Natale 2019 e Capodanno 2020

Natale e Capodanno: 18,3 milioni di italiani in viaggio (+9,8%). Giro d'affari complessivo di oltre 13 miliardi di euro (+12,5%). Il Belpaese destinazione preferita per l'89,9% dei vacanzieri. Bocca: l'economia del turismo produce ricchezza e lavoro, ma la manovra di bilancio se ne ricorda solo al fine di aumentare le tasse.

decreto fisco - la mucca da mungere resta sempre la stessa

Decreto fisco alle strette finali, nubi fosche all’orizzonte per imprese del turismo e i loro ospiti.

Bocca: tante promesse, ma la mucca da mungere resta sempre la stessa.

accordo tra CIO e AIRBNB - le imprese dell'ospitalità scrivono al CIO

Le associazioni albergatori di tutto il mondo, riunite sotto la bandiera del Global ReformBnB, hanno scritto a Tomas Bach, presidente del Comitato Olimpico Internazionale, per chiedere il rispetto dei valori olimpici da parte di Airbnb.

carte di credito e carte di debito - sicurezza dei pagamenti elettronici 2

La Banca d’Italia ha concesso una proroga fino al 31 dicembre 2020 per il completamento degli adeguamenti tecnici richiesti agli intermediari - banche, istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica - per l’adozione dei sistemi di autenticazione forte della clientela nei pagamenti online con carta di pagamento, in linea con le decisioni assunte dall’European Banking Authority (EBA).

Siae trattenimenti musicali 2020

La SIAE, tenuto conto della fase di revisione degli accordi in atto, la cui validità è stata prorogata fino al 31 dicembre 2020, ha ritenuto di non apportare alcun aumento ai compensi per i trattenimenti musicali, e di accantonare i punti percentuali di inflazione maturati negli scorsi anni e non applicati.

Siae musica ambiente 2020

La SIAE, tenuto conto della fase di revisione degli accordi in atto, la cui validità è stata prorogata fino al 31 dicembre 2020, ha ritenuto di non apportare alcun aumento ai compensi per musica d’ambiente per l’anno 2020, e di accantonare i punti percentuali di inflazione maturati negli scorsi anni e non applicati.

​​​​
Consiglio Direttivo (Roma) - 17/12/2019

Riunione del Consiglio Direttivo di Federalberghi

Collegio dei Revisori dei Conti (Roma) - 17/12/2019

Riunione del Collegio dei Revisori dei Conti di Federalberghi.